172017Feb
Test di gravidanza: quante tipologie ne esistono?

Test di gravidanza: quante tipologie ne esistono?

Se hai un ritardo nel ciclo e temi (o speri, a seconda dei casi!) di essere incinta, il test di gravidanza può essere un valido aiuto per avere le idee più chiare e una risposta veloce e quasi sicura.

Il test di gravidanza è un semplice test che misura l’ormone Beta HCG, o Gonadotropina Corionica Umana, prodotto da alcune cellule della futura placenta non appena l’embrione si installa nella parete uterina. Si tratta di un ormone del tutto assente nella donna non fecondata, per questo lo si ricerca in ogni tipo di test di gravidanza, da circa otto giorni dopo la fecondazione. Ma da quando si può fare il test di gravidanza, e come è meglio procedere?

Cominciamo col dire che esistono diversi tipi di test di gravidanza, più o meno affidabili, che si possono effettuare da sola o che richiedono un prelievo e delle analisi di laboratorio. Il primo tipo, il test di gravidanza urinario, è anche il più diffuso: si compra in farmacia e parafarmacia senza problemi e permette di rilevare la presenza del famoso ormone nelle urine. Grazie a speciali anticorpi, si vede la comparsa di segni specifici che indicano se il test è positivo o negativo. Si tratta di un test sicuro al 99%.

Esiste poi il test di gravidanza sanguigno, di due tipi: quello qualitativo è più semplice, e dà un risultato negativo o positivo; quello quantitativo considera la quantità esatta di ormone HCG presente nel sangue, permettendo una stima sulla data del concepimento. È il test più sicuro, perché affidabile al 100%. Esiste anche un test di gravidanza salivare, che misura i livelli di ormone HCG nella saliva. È sicuramente pratico e affidabile al 98%, ma in Italia è ancora poco diffuso e potrebbe essere difficile da reperire.

Da considerare anche il test di gravidanza precoce, che può essere effettuato già 5 giorni prima della data prevista delle mestruazioni. I normali test di gravidanza sono sensibili a una concentrazione di HCG nel sangue di 50 mUI per ML, mentre un test di gravidanza precoce individua l’ormone anche a una bassissima concentrazione (di solito di 10mUI/ML). Il test di gravidanza precoce è molto comodo ma può dare luogo a falsi positivi o falsi negativi, come ogni tipo di test, quindi è bene ripetere il test a distanza di giorni. Sia per il test di gravidanza precoce che per quello urinario, comunque, è preferibile utilizzare l’urina del primo mattino, che presenta una concentrazione maggiore di ormoni.

Ovviamente, il test di gravidanza urinario o salivare dà solo una prima indicazione, che deve essere confermata da un prelievo sanguigno per essere certi che ci sia una gravidanza in corso. Il momento migliore per fare un test affidabile è dopo 10 giorni, perché a questo punto il livello di HCG è abbastanza alto da poter essere rilevato da un classico test di gravidanza.