102018Lug
Come tenere sotto controllo l’insufficienza venosa

Come tenere sotto controllo l’insufficienza venosa

Il caldo estivo provoca una naturale vasodilatazione periferica, ovvero la dilatazione delle vene e del microcircolo a livello delle gambe: ciò rallenta la circolazione venosa, compromettendo il corretto percorso del sangue. L’estate, quindi, facilita la comparsa di tutti quei sintomi che fanno da spia all’insufficienza venosa.

Cos’è l’insufficienza venosa?

L’insufficienza venosa è una condizione patologica nella quale il processo di ritorno del sangue venoso al cuore è lento e difficoltoso. Esistono due tipologie di insufficienza venosa:

  • L’insufficienza venosa organica: vi sono alterazioni patologiche delle vene;
  • L’insufficienza venosa funzionale: vi è un sovraccarico delle vene, sottoposte a iper-lavoro.

I sintomi variano da individuo ad individuo in base alla severità della condizione. Tra i sintomi più comuni troviamo caviglie gonfie, crampi ai polpacci, formicolii e pesantezza alle gambe, vene varicose, ispessimento della pelle, formazione di edemi.

Se ai primi stadi, l’insufficienza venosa non rappresenta un grave problema. Non va però trascurata, perché col tempo i sintomi tendono ad aggravarsi e possono esserci delle complicazioni anche gravi, tra cui ischemia, ulcerazioni cutanee, flebiti e trombosi venosa profonda.

L’estate è il periodo nel quale spesso i primi sintomi di insufficienza venosa si manifestano soprattutto negli individui predisposti, o si riscontra un peggioramento in chi ne è già sofferente: le alte temperature e l’umidità causano la vasodilatazione, che complica l’attività delle valvole venose.

Vi consigliamo di non sottovalutare i sintomi estivi dell’insufficienza venosa, e allo stesso tempo raccomandiamo che i soggetti a rischio prestino molta attenzione a gonfiori e all’eccessivo dolore alle gambe.

Quali sono i fattori di rischio dell’insufficienza venosa?

  • Il sesso femminile: le donne sono molto più colpite degli uomini;
  • La sedentarietà;
  • Il vizio del fumo;
  • Il sovrappeso e l’obesità;
  • La presenza in famiglia di disturbi venosi;
  • La gravidanza;
  • L’età;
  • Una dieta povera di fibre e ricca di sale;
  • Assunzione di rimedi anticoncezionali ormonali come la pillola.

Esiste un modo per scoprire velocemente e in modo non invasivo lo stato di salute della circolazione delle proprie gambe?

Sì, esiste. PLETIX. PLETIX è uno strumento che permette di fare il check-up alle tue gambe: con una semplice procedura non invasiva, questo dispositivo permette di monitorare lo stato di benessere delle gambe, controllando il RT (Refilling Time), ossia il tempo impiegato dal sangue per tornare nel polpaccio dopo che un movimento forzato ne ha causato lo svuotamento  temporaneo.


PLETIX è una procedura sicura ed affidabile, che esegue l’analisi in pochi minuti e permette di leggere subito i risultati; la misurazione avviene da seduti e sarà sufficiente scoprire la gamba fino al ginocchio. PLETIX aiuta a prevenire i disturbi circolatori e a monitorare lo stato di salute nel tempo.

Permette inoltre di arrivare al giusto consiglio sulla base del preciso caso: uno specifico trattamento, prodotti per la cura della circolazione pensati esclusivamente per le gambe, ecc…

Farmachl Conegliano organizza regolarmente sedute estive per il controllo dell’insufficienza venosa con l’ausilio di PLETIX.

Prenota la tua seduta con PLETIX e inizia a goderti davvero l’estate!